Nav view search

Navigazione

Cerca

DECORO E PULIZIA TERRITORIO - COMUNICAZIONI

In esecuzione del Regolamento Comunale di Polizia Rurale approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del 29/03/2011, avente ad oggetto, al Titolo III art. 15, “Piantumazione di alberi, siepi e recinzioni”,

 
- TUTTI I PROPRIETARI, AFFITTUARI, DETENTORI E/O POSSESSORI A QUALSIASI TITOLO DI CORTILI, GIARDINI, LOTTI E SIMILI, I CONDUTTORI DI TERRENI INCOLTI O COLTIVATI;
 
- TUTTI I PROPRIETARI DI AREE VERDI IN GENERE INCOLTE, ABBANDONATE O DI AREE ARTIGIANALI, INDUSTRIALI ECC. DISMESSE;
 
- TUTTI I RESPONSABILI DI AREE IN GENERE INEDIFICATE RECANTI DEPOSITI TEMPORANEI PERMANENTI ALL'APERTO;
 
- TUTTI I PROPRIETARI DI AREE VERDI IN GENERE;
 
DEVONO PROVVEDERE
 
almeno 2 volte all'anno, entro il 31 maggio ed entro il 30 settembre, alla pulizia delle aree, allo sfalcio delle erbe infestanti, alla rimozione di qualsiasi materiale, all'allontanamento di rifiuti, alla regolazione delle siepi, al taglio dei rami delle alberature e delle piante che si protendono oltre il confine e sul ciglio stradale, alla eliminazione delle sterpaglie, rovi, residui di potature, materiale secco ed infiammabile con conseguente smaltimento degli sfalci e dei residui vegetali e di ogni altro materiale secondo quanto previsto dal sistema di raccolta rifiuti comunale, mantenendo per tutto il periodo estivo condizioni tali da non accrescere il pericolo per l'incolumità e l'igiene pubblica ed il pericolo di incendi.
 

Gli interventi, ove necessario, dovranno essere ripetuti periodicamente durante il periodo estivo al fine di mantenere nell'area le stesse condizioni di pulizia, di decoro e di sicurezza igienico-sanitarie e di prevenzione incendi.

Secondo quanto previsto dall'art. 16 del Titolo IV del sopra citato Regolamento di Polizia Rurale, i frontisti confinanti con strade pubbliche non possono arare i loro fondi sul confine della strada, ma devono formare lungo di essa regolare capezzagna (strada sterrata di servizio agli appezzamenti coltivati). Le operazioni di aratura devono rispettare la distanza minima di mt. 2 dalla carreggiata stradale o dal ciglio del fosso.

In caso di inosservanza del citato Regolamento di Polizia Rurale , sempre che il fatto non costituisca più grave reato, ai trasgressori sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da € 50,00 ad € 300,00 (in misura ridotta € 100,00) oltre alla sanzione amministrativa accessoria dell'obbligo di ripristinare lo stato dei luoghi. Qualora il trasgressore e gli obbligati in solido non provvedano nel termine di giorni 10 (dieci) dalla contestazione immediata o notificazione del verbale al ripristino dello stato dei luoghi, il suddetto intervento sarà eseguito d’ufficio dal Comune di Castellalto, con addebito dei relativi oneri che saranno posti a carico del trasgressore o dell’obbligato in solido con ordinanza ingiunzione  

Il Sindaco

Vincenzo Di Marco

 

Informazioni aggiuntive

Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.Per approfondire, consulta la pagina sulla privacy.

Clicca per accettare.