Nav view search

Navigazione

Cerca

IMU

 

Imposta Unica Comunale - IUC

Anno 2015

(legge n. 147 del 27 dicembre 2013)

 

ISTRUZIONI VALIDE PER IL PAGAMENTO DELL’ACCONTO DEL 16/06/2015

_________________________________________________________________________________________

 

L'imposta unica comunale, c.d. IUC, introdotta dalla legge di stabilità per il 2014 (legge n. 147 del 27 dicembre 2013), si basa su due presupposti impositivi: uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore (Imposta municipale propria - IMU), di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, gli immobili  ad esse assimilate, e le relative pertinenze e l'altro collegato all'erogazione e alla fruizione di servizi comunali. Tale ultima componente riferita ai servizi, a sua volta si articola in un tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore. In definitiva, la IUC si compone di tre tributi: l'IMU, imposta di natura patrimoniale; la TASI, tributo sui servizi indivisibili, che assorbirà la maggiorazione statale sulla TARES; la TARI, tassa sui rifiuti che sostituirà i precedenti prelievi in materia.

IMU

Entro il 16 giugno 2015 dovrà essere versato l’ACCONTO IMU, pari al 50% dell’imposta dovuta applicando le aliquote in vigore lo scorso anno, tramite modello F24 disponibile presso banche, uffici postali, sito internet del Comune e dell’Agenzia delle Entrate.

Il saldo a conguaglio dovrà essere versato entro il 16 dicembre 2015 sulla base del regolamento e delle aliquote definitivamente stabilite dal Comune.

L’IMU non si applica all’abitazione principale e pertinenze della stessa ( cat. Catastale C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascun tipo, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo), ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

 Ai sensi dell’art. 1, comma 708 della Legge n. 147/13 per i fabbricati rurali ad uso strumentale non è dovuta a decorrere dal 2014 l’imposta municipale propria. I terreni agricoli sono esenti in quanto il Comune di Castellalto è inserito nell’elenco comuni montani.

ALIQUOTE E DETRAZIONI

TIPOLOGIA IMMOBILE

ALIQUOTA

Abitazione principale cat. Catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze (una per tipo)

0,49%

Altri fabbricati (comprese le pertinenze diverse dalla prima), aree fabbricabili, fabbricati cat. Catastale D

0,89%

Terreni agricoli

Esenti

Abitazioni principali di residenti all’estero (non assimilate)

0,49%

Unità immobiliari concesse in locazione da persone fisiche a canone concordato ai sensi della L. n. 431/98, art. 2, commi 3 e 4.

0,76%

Detrazione abitazione principale

€ 200,00

 Per gli immobili appartenenti a cittadini italiani residenti all’estero, a decorrere dall’anno d’imposta 2015, è stata disposta per legge, per una sola unità immobiliare, l’assimilazione all’abitazione principale a condizione che il bene non sia né locato né concesso in comodato e che il proprietario sia pensionato nel Paese di residenza.

CODICI PER VERSAMENTO  IMU CON F24:

Tipologia Immobile

Quota Comune

Quota Stato

Abitazione principale (A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze

3912

 -

Altri fabbricati

3918

-

Aree fabbricabili

3916

-

Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo D (versamenti con modello F24)

3930 (aliquota 0,13%)

3925 (aliquota 0,76%)

IL CODICE ENTE DEL COMUNE DI CASTELLALTO E’ :    C128 .   SEGNALIAMO CHE E’  ATTIVO  SUL SITO DEL COMUNE IL SERVIZIO ON–LINE PER IL CALCOLO DELL’IMU CON COMPILAZIONE AUTOMATICA DEL FAC-SIMILE DEL MODELLO F24.

TASI

E’ tenuto al pagamento del Tributo sui Servizi Indivisibili “chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo”  fabbricati ed aree edificabili, ad esclusione dei terreni agricoli. Il comma 671 precisa che «in caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria».

La solidarietà opera autonomamente solo con riferimento alle singole categorie “pluralità di possessori” e “pluralità di detentori”, non potendo chiedersi al possessore anche la quota non versata dal detentore.

L’occupante è tenuto a versare la Tasi nella misura del 30% dell'ammontare complessivo del tributo, come stabilito dal regolamento Comunale; la restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare.

In caso di locazione finanziaria, la Tasi è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto;

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la Tasi è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.

 

Entro il 16 giugno 2015 dovrà essere versato l’ACCONTO TASI, pari al 50% dell’imposta dovuta applicando le aliquote in vigore lo scorso anno, tramite modello F24 disponibile presso banche, uffici postali, sito internet del Comune e dell’Agenzia delle Entrate.

Il saldo a conguaglio dovrà essere versato entro il 16 dicembre 2015 sulla base del regolamento e delle aliquote definitivamente stabilite dal Comune.

TIPOLOGIA IMMOBILE

ALIQUOTA

Abitazione principale cat. Catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze (una per tipo C2, C6, C7)

0,11%

Abitazione principale e relative pertinenze, escluse cat. Catastale A/1, A/8 e A/9

0,25%

Unità immobiliari concesse in locazione o altro uso (utilizzatore)

0,10%

Abitazioni tenute a disposizione

0,10%

Fabbricati rurali strumentali

0,10%

Aree edificabili

0,10%

Altri immobili

0,10%

Detrazione abitazione principale

€ 120,00

 

 Gli immobili appartenenti a cittadini italiani residenti all’estero, ritenuti esenti da IMU a decorrere dall’anno d’imposta 2015, sono soggetti a TASI e TARI nella misura ridotta di due terzi a condizione che il bene non sia né locato né concesso in comodato e che il proprietario sia pensionato nel Paese di residenza (applicabile ad una sola unità immobiliare).

 

CODICI PER VERSAMENTO  TASI CON F24:

3958 – TASI su Abitazione principale e relative pertinenze;

3959 – TASI su fabbricati rurali strumentali;

3960 – TASI su aree edificabili;

3961 – TASI su altri fabbricati;

 

 

 PER ULTERIORI INFORMAZIONI  l’Ufficio Tributi resterà a disposizione il lunedì, il mercoledì ed il venerdì, dalle 9,00 alle 13,00 ed il martedì dalle 16,00 alle 17,30. E’ possibile inoltre contattare l’Ufficio ai seguenti numeri telefonici:  0861.444230 – 0861.444211 – 0861.444220 o all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Castellalto, lì 3 giugno 2015

 

 

L’Assessore ai Servizi Finanziari e Tributi                                                                                            Il Sindaco

  f.to Ing. Luana Di Carlo                                                                                   f.to Vincenzo Di Marco

 

 

Nota Informativa Saldo IMU 2014

SOGGETTI PASSIVI

Sono tenuti al pagamento dell’Imposta Municipale Propria i proprietari di immobili, inclusi i terreni e aree fabbricabili a qualsiasi uso destinati, ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi.

L’imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e dei mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso. A tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è computato per intero. A ciascuno degli anni solari corrisponde un autonoma obbligazione tributaria.

L’IMU non si applica all’abitazione principale e pertinenze della stessa ( cat. Catastale C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascun tipo, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo), ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (immobili di lusso).

Il Comune di Castellalto ha disposto l'assimilazione ad abitazione principale per l'unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. (Come previsto dal regolamento IMU in questo caso va presentata l’apposita autocertificazione).

 

Per i terreni agricoli, con decreto interministeriale del 28/11/2014 è stato disposto che sono esenti dall’IMU, indipendentemente dalla qualifica del proprietario,  soltanto i terreni dei Comuni con un’altitudine superiore a 600 metri mentre l’esenzione per i terreni agricoli dei Comuni ubicati a un’altitudine compresa fra 281 metri e 600 metri viene limitata ai casi in cui gli stessi siano posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali o concessi in comodato o in affitto agli stessi.

Nel Comune di Castellalto pertanto, tutti i soggetti passivi che non rivestono la qualifica di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali (IAP) o che non hanno concesso i terreni in locazione o in comodato a tali soggetti saranno tenuti al versamento.

Con il Consiglio dei Ministri n. 41 del 12.12.2014 è stato disposto uno slittamento dal 16 dicembre 2014 al 26 gennaio 2015 dei termini di versamento dell’Imu sui terreni agricoli.

In data 01/08/2014, con deliberazione CC n. 30, è stata adottata una variante al PRG, con retrocessione di alcune aree edificabili. Le aree risultanti escluse dal PRG a seguito della retrocessione, ai sensi dell’art. 8, comma 3, del vigente regolamento comunale per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale, non devono più corrispondere l’imposta per aree edificabili a decorrere dalla data di adozione della variante (01/08/2014) ma dovranno provvedere al pagamento dell’IMU per terreni agricoli (se dovuta).

 

SCADENZA PAGAMENTI

Entro il 16 dicembre 2014 dovrà essere versato il SALDO IMU, sulla base delle aliquote e delle detrazioni approvate definitivamente dal Comune di Castellalto con Deliberazione C.C. n. 38 del 04/08/2014 e con eventuale conguaglio sulla rata pagata in acconto. Con il Consiglio dei Ministri n. 41 del 12.12.2014 è stato disposto uno slittamento dal 16 dicembre 2014 al 26 gennaio 2015 dei termini di versamento dell’Imu sui terreni agricoli.

Il versamento dovrà essere effettuato tramite modello F24 disponibile presso banche, uffici postali, sito internet del Comune e dell’Agenzia delle Entrate.

 

ALIQUOTE E DETRAZIONI 

TIPOLOGIA IMMOBILE

ALIQUOTA

Abitazione principale cat. Catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze (una per tipo C2, C6, C7)

0,49%

Abitazioni principali di residenti all’estero (non assimilate)

0,49%

Unità immobiliari concesse in locazione da persone fisiche a canone concordato ai sensi della L. n. 431/98, art. 2, commi 3 e 4.

0,76%

Aree fabbricabili

0,89%

Terreni agricoli

0,89%

Altri Fabbricati cat. Catastale D

0,89%

Altri immobili

0,89%

Detrazione abitazione principale

€ 200,00

 

BASE IMPONIBILE

Fabbricati iscritti in catasto:  rendita catastale vigente al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutata del 5%,  moltiplicata per i seguenti coefficienti:

-          160   per i fabbricati gruppo catastale  “A” e categorie catastali C/2 – C/6 e C/7 con esclusione della cat. “A”;

-          140   per gruppo catastale B – categorie catastali C/3, C/4 e C/5

-            80   per categoria catastale A/10

-            65   per categoria catastale  “D”  (esclusa categoria catastale D/5)

-            80   per categoria catastale  D/5

-            55   per catagoria catastale  C/1

Fabbricati classificabili nel gruppo catastale D, non iscritti in catasto, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati: utilizzo del criterio dei “valori contabili”

Aree fabbricabili: la base imponibile è costituita dal valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione avendo riguardo alla zona territoriale di ubicazione, l’indice di edificabilità, alla destinazione d’uso consentita, agli oneri per eventuali lavori di adattamento del terreno necessari per la costruzione, ai prezzi medi  rilevati sul mercato, della vendita di aree aventi anologhe caratteristiche.

Terreni agricoli: la base imponibile è costituita dalla rendita catastale vigente al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutata del 25%,  moltiplicata per il coefficiente 135.

 

FABBRICATI STRUMENTALI ATTIVITA’ AGRICOLA

 Ai sensi dell’art. 1, comma 708 della Legge n. 147/13 per i fabbricati rurali ad uso strumentale non è dovuta a decorrere dal 2014 l’imposta municipale propria.

 

CODICI PER VERSAMENTO  IMU CON F24:

Tipologia Immobile

Quota Comune

Quota Stato

Abitazione principale (A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze

3912

 

Altri fabbricati

3918

-

Aree fabbricabili

3916

-

Terreni Agricoli

3914

-

Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo D (versamenti con modello F24)

3930 (aliquota 0,13%)

3925 (aliquota 0,76%)

 

IL CODICE ENTE DEL COMUNE DI CASTELLALTO E’ :    C128

 

VERSAMENTO MINIMO

Non si effettuano pagamenti se l’importo da versare è inferiore ad € 10,00. Tale importo non costituisce franchigia quindi se, ad esempio, l’imposta dovuta per l’intero anno 2014 è pari ad € 12,00, sarà stato corretto non effettuare nessun versamento in acconto (€ 6,00) mentre andrà pagato l’intero importo di € 12,00 con il versamento da effettuarsi a saldo.

 

SITO INTERNET COMUNALE SERVIZIO GRATUITO DI CALCOLO DELL’IMPOSTA E COMPILAZIONE AUTOMATICA MODELLO F24

Il versamento è in autoliquidazione. L’Ufficio Tributi, tramite il sito internet comunale, mette a disposizione dei contribuenti un servizio gratuito di calcolo dell’imposta dovuta, con relativa compilazione automatica del proprio modello F24 personalizzato da poter stampare, previo inserimento dei propri dati anagrafici e delle rendite catastali degli immobili posseduti con indicazione del loro utilizzo. Il servizio è accessibile direttamente dalle pagine del sito internet istituzionale del Comune http://www.comune.castellalto.te.gov.it

 

VERIFICA DELLE RENDITE CATASTALI

Il Comune non può certificare i “dati catastali” che vanno quindi richiesti direttamente all’Agenzia delle Entrate. Il contribuente può comunque verificare autonomamente e gratuitamente le rendite catastali attribuite ai propri immobili, attraverso il servizio reso disponibile alla home page del sito dell’Agenzia delle Entrate (Servizi catastali e ipotecari online): http://www.agenziaentrate.it

 

 PER ULTERIORI INFORMAZIONI  l’Ufficio Tributi resterà a disposizione il lunedì, il mercoledì ed il venerdì, dalle 9,00 alle 13,00 ed il martedì dalle 16,00 alle 17,30. E’ possibile inoltre contattare l’Ufficio ai seguenti numeri telefonici:  0861.444230 – 0861.444211 – 0861.444220 o all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

 

 

 

 

 

 

Nota informativa Imposta Unica Comunale (IUC)

L'imposta unica comunale,

c.d. IUC, introdotta dalla legge di stabilità per il 2014 (legge n. 147 del 27 dicembre 2013), si basa su due presupposti impositivi: uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore (Imposta municipale propria - IMU), di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, gli immobili ad esse assimilate, e le relative pertinenze l'altro collegato all'erogazione e alla fruizione di servizi comunali. Tale ultima componente riferita ai servizi, a sua volta si articola in un tributo per i servizi indivisibili (TASI)a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore

. In definitiva, la IUC si compone di tre tributi: l'IMU, imposta di natura patrimoniale; la TASI, tributo sui servizi indivisibili, che assorbirà la maggiorazione statale sulla TARES; la TARI, tassa sui rifiuti che sostituirà i precedenti prelievi in materia.

 

IMU

SCADENZA PAGAMENTI

Entro il

16 giugno 2014

dovrà essere versato l’ACCONTO IMU, pari al 50% dell’imposta dovuta applicando le aliquote in vigore lo scorso anno, tramite modello F24 disponibile presso banche, uffici postali, sito internet del Comune e dell’Agenzia delle Entrate.

Il saldo a conguaglio dovrà essere versato entro il

 

 

16 dicembre 2014

sulla base del regolamento e delle aliquote definitivamente stabilite dal Comune.

 

SOGGETTI PASSIVI

Sono tenuti al pagamento dell’imposta i proprietari di immobili, inclusi i terreni e aree fabbricabili a qualsiasi uso destinati, ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi.

L’imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e dei mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso. A tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è computato per intero. A ciascuno degli anni solari corrisponde un autonoma obbligazione tributaria.

L’IMU non si applica all’abitazione principale e pertinenze della stessa ( cat. Catastale C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unità pertinenziale per ciascun tipo, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo)

, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

ALIQUOTE E DETRAZIONI

TIPOLOGIA IMMOBILE

ALIQUOTA

Abitazione principale cat. Catastale A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze (una per tipo)

 

0,49%

 

Altri fabbricati (comprese le pertinenze diverse dalla prima

 

0,89%

 

Aree fabbricabili

 

0,89%

 

Terreni agricoli

 

Esenti

 

Altri Fabbricati cat. Catastale D

 

0,89%

 

Abitazioni principali di residenti all’estero (non assimilate)

 

0,49%

 

Unità immobiliari concesse in locazione da persone fisiche a canone concordato ai sensi della L. n. 431/98, art. 2, commi 3 e 4.

 

0,76%

 

Detrazione abitazione principale

 

€ 200,00

 

Maggiorazione detrazione per ciascun figlio di età inferiore a 26 anni purché dimorante abitualmentee residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. L’importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione base, non può superare l’importo massimo di € 400,00

 

€ 50,00

 

 

Informazioni aggiuntive

Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.Per approfondire, consulta la pagina sulla privacy.

Clicca per accettare.