Nav view search

Navigazione

Cerca

Newsletter del 2 settembre 2015

Newsletter del 2 settembre 2015

a cura dell’amministrazione del Comune di Castellalto 

L'Amministrazione Comunale mette a disposizione dei cittadini un nuovo servizio informativo: la possibilità di ricevere direttamente sulla propria casella di posta elettronica le informazioni che appaiono sul sito internet comunale, eventuali notizie riguardanti il Comune, l'attività dell'Amministrazione o importanti eventi in programmazione sul territorio.



VAI ALL'ARTICOLO:

 

 

  



 



Comune di Castellalto, approvati il bilancio preventivo con riduzione Irpef e il piano delle opere triennali 2015-2017

Il sindaco Vincenzo Di Marco ha presentato i provvedimenti presi nell'ambito del bilancio di previsione 2015. Si muovono i primi passi anche verso l’adozione del baratto amministrativo


Stabilità e sobrietà, riduzione dell’addizionale Irpef, mantenimento della qualità e quantità dei servizi e avvio di importanti lavori pubblici. Sono i punti fermi del lavoro che ha portato all'approvazione - nella seduta del Consiglio comunale di venerdì 8 agosto - del bilancio di previsione 2015 del Comune di Castellalto da parte dell'amministrazione di centro sinistra, guidata dal sindaco Vincenzo Di Marco. Nel dettaglio, le aliquote Imu sono le medesime dell’anno scorso. La Tari è stata ridistribuita in base al nuovo metodo di calcolo che, oltre ai metri quadrati, tiene conto del numero dei componenti famigliari che occupano i locali sottoposti a tassazione. Per la Tasi l’introduzione dell’aliquota del 2,5 per mille sulla prima abitazione, con una detrazione di 120 euro, esonera dal pagamento tutte le case con una rendita catastale di 300 euro.

«Abbiamo avviato il ciclo della riduzione delle tasse a partire da questo 0,05% in meno per il 2016 sull'addizionale comunale dell'Irpef, che a Castellalto era al massimo consentito, vale a dire all’0,8%, portando ad un risparmio per i cittadini di 30mila euro circa. Avremmo voluto fare di più, riducendo anche la Tari, la Tasi e l’Imu», ha riferito il sindaco Vincenzo Di Marco, «Stiamo già lavorando in questa direzione grazie al contenimento dei costi, con un importo di spesa nel bilancio 2015 che è rimasto sostanzialmente invariato rispetto agli anni precedenti. Questo è stato possibile nonostante la presenza di capitoli di spesa di circa 400mila euro complessivi, generati in buona parte dall’operato delle passate amministrazioni».

Nel corso del consiglio comunale, è stato approvato un emendamento per l’individuazione e la costituzione di una commissione, composta da consiglieri comunali, esperti e rappresentanti delle frazioni, che si occupi di redigere un regolamento sul cosiddetto “baratto amministrativo”. Seguendo l’esempio delle recenti esperienze di molti comuni abruzzesi e italiani, anche nel Comune di Castellalto sarà elaborato un documento che tracci i principi di applicazione di questa forma di collaborazione tra cittadini, in forma associata o individuale, offerta dalla legge n. 164/2014. In questo modo, coloro che riscontrano difficoltà nell’onorare i tributi e i pagamenti dei servizi comunali potranno godere di alcune detrazioni svolgendo dei lavori socialmente utili.

«È un bilancio che risente molto del nuovo sistema contabile armonizzato, un bilancio che vede delle cifre di investimenti riguardevoli», ha dichiarato, durante il consiglio comunale di ieri, l'assessore al bilancio Luana Di Carlo, «
Non siamo riusciti ad intaccare capitoli dove avevamo dei contratti in essere con importi già individuati. Per il resto, è stato un lavoro veramente difficile ma meticoloso, puntuale e preciso. Penso, come ho detto anche ai miei colleghi, che sia il bilancio migliore che questa amministrazione poteva redigere».

 

Tra i numerosi interventi previsti nel piano delle opere pubbliche 2015-2017, sarà avviata a breve, in collaborazione con l’Ater, la costruzione di 12 alloggi a Castellalto capoluogo, per un importo di circa 1 milione e 700 mila euro, così come la realizzazione della nuova scuola elementare di Petriccione, che sorgerà vicino alla palestra già esistente, nella vallata del Tordino, per un costo di circa 1 milione e 300mila euro. Nel corso del 2015 sarà dato avvio alla progettazione e poi. nel biennio 2016-17, ai lavori di costruzione del nuovo polo servizi scolastici a Castelnuovo Vomano, al posto della vecchia scuola in Piazza della Chiesa, con la realizzazione di aule, laboratori,  una nuova mensa e una palestra - il tutto a valere sul provvedimento nazionale #scuolenuove. Sempre nella cittadina di Castelnuovo sono previsti la realizzazione del centro sportivo polivalente di Via Kennedy, con affidamento dell'area all’associazione "Accademia Vomano" tramite bando, la costruzione di 27 alloggi a canone convenzionato e la riqualificazione urbana dell'area del “Polifunzionale” in Via Salari.

Verranno costruiti o ampliati i cimiteri comunali a Castelnuovo Vomano e Villa Torre nel corso del 2015 e a Castelbasso e Castellalto durante il 2016, con la realizzazione di nuovi loculi, ricorrendo a fondi propri o a strumenti che consentano la compartecipazione di privati, come l’appalto concorso. Sul fronte delle opere strategiche, per l’anno corrente sono in iter la realizzazione di due rotatorie sulla statale 150 e la sistemazione dello svincolo sulla ss bis 80 di Casemolino, entrambe in accordo con l’Anas. Sono in programma sia l’avvio della riqualificazione produttiva di tutta l’area dell’autoporto, con l’obiettivo di dare un nuovo impulso industriale al territorio comunale e provinciale, che l’affidamento dei lavori da parte della Provincia di Teramo per la costruzione del nuovo ponte sul Vomano, più a valle di quello esistente, con il collegamento delle due zone industriali di Castelnuovo e Cellino Attanasio in maniera più organica, evitando l’aumento di traffico pesante nell’abitato. Infine, è prevista la progettazione e la realizzazione, in accordo con il Consorzio industriale, di un nuovo accesso nella parte Est del nucleo industriale di Castelnuovo Vomano. 

Torna in cima 


Castelnuovo Vomano, nasce un nuovo parco giochi: inaugurata l'area verde del quartiere di San Cipriano

Un terreno incolto diventa un nuovo spazio attrezzato con giochi, un campo da bocce, fontanella e illuminazione

Dove prima c'era un terreno incolto, anche grazie alla partecipazione attiva dei cittadini, ora c'è un nuovo parco giochi. È stata inaugurata domenica 9 agosto alle 19:30, la nuova area verde di via Veneto, nel quartiere di San Cipriano a Castelnuovo Vomano, realizzata grazie al progetto “Cittadinanza Attiva” dell’Unione dei Comuni "Colline del Medio Vomano". L’area verde attrezzata, creata su un ampio lotto di circa 1100 metri quadrati con tre grandi piante di ulivo e due tigli, è stata dotata di un vialetto, giochi per bambini, un campo da bocce, una fontanella e illuminazione.

«Si tratta di un progetto atteso da tempo dal quartiere che, dopo molto tempo, siamo riusciti a realizzare. È un nuovo spazio pubblico, dedicato soprattutto ai bambini, dove i nostri ragazzi potranno giocare», ha commentato il sindaco di Castellalto Vincenzo Di Marco, «ma che favorisce l’aggregazione e la frequentazione dei cittadini di ogni età. Si tratta di un primo investimento di 10mila euro, realizzato nell’ambito del progetto dell’Unione dei Comuni, che porterà anche alla creazione dell’area verde della frazione di Campogrande».

Erano presenti all'inaugurazione tante famiglie ma anche giovani, anziani e bambini. Dopo la benedizione da parte di don Igor Di Diomede e il taglio del nastro del sindaco Vincenzo Di Marco — affiancato dal vicesindaco Stefano Castiglioni, dall’assessore Domenico Saccomandi e dal consigliere Bruno Delli Compagni — hanno preso il via ai giochi per bambini, all’animazione e ai festeggiamenti organizzati dal comitato di quartiere guidato da Silvana Iachini, in concomitanza con la festa annuale.

«È da apprezzare la collaborazione dei cittadini, a partire dai residenti che abitano vicino alla nuova area verde. Si sono impegnati a sistemare l’arredo urbano, creando delle piccole aiuole ai piedi degli alberi con una decorazione di pietre», ha aggiunto il vicesindaco Stefano Castiglioni, che ha seguito i lavori eseguiti dalla ditta Turboscavi, vincitrice dell’appalto per il progetto dell’Unione dei Comuni, «Un altro residente, Luciano Narcisi, si è subito attivato per collegare la fornitura d’acqua per la fontanella. La sua famiglia ha anche donato la casetta per bambini che è stata sistemata nell’area verde per far giocare anche i più piccoli».

La partecipazione e l’interesse dei cittadini è stato costante, dall’inizio dei lavori lunedì scorso fino alla loro conclusione sabato. In sei giorni è stata realizzata l’area verde, seguendo i suggerimenti dei residenti, che hanno chiesto e ottenuto anche la creazione di un campo da bocce. In questo ambito, a scendere in prima linea per recepire e consolidare le richieste degli abitanti, è intervenuto anche il consigliere Bruno Delli Compagni. L’idea progettuale iniziale è evoluta passo passo, partendo dalla sistemazione del terreno al risultato finale raggiunto, come ricordato dal vicesindaco Castiglioni, «in tempi record».

Torna in cima


Giochi Senza Quartiere, tre giorni di musica e divertimento a Villa Torre di Castellalto

La sesta edizione della manifestazione, anticipata da una serata di apertura,  è iniziata il 21 agosto tra sessioni di gioco e concerti live.

Dal 21 al 23 agosto a Villa Torre di Castellalto si è svolta la sesta edizione di "Giochi senza quartiere", l'iniziativa promossa dalla neocostituita associazione "I Ragazzi del Parchetto" con il patrocinio dell'Amministrazione comunale. Le otto squadre partecipanti, composte da un minimo di 6 elementi ad un massimo di 10, sono state impegnate in diverse competizioni, quali "L'ago nel pagliaio", "Pesca la moneta", "Scoppia il palloncino" o ancora "Mangiata dell'Anguria". Nei tre giorni della manifestazione, i team si sono sfidati in giochi tradizionali e non, tutti all'insegna del divertimento, a partire dal venerdì pomeriggio dalle 18 fino alle 20:30. I vincitori sono stati decretati domenica 23 agosto, quando si è svolta la finalissima. A trionfare su tutte le altre squadre in questa edizione è stato Sant'Atto.

«È una manifestazione che si svolge da sei anni, noi la curiamo da quattro, ma solo da quest'anno come associazione "Ragazzi del Parchetto"», ha spiegato il presidente dell'associazione Matteo Camaione, «Siamo 13 volontari, per lo più ragazzi e ragazze ventenni. Siamo partiti da un'idea semplice, quella dei giochi tradizionali, e l'abbiamo portata avanti trasformandola anno dopo anno in una vera e propria manifestazione».

Al termine dei giochi pomeridiani, si è aperta la serata musicale con diversi gruppi che si sono esibiti dal vivo. Venerdì sera alle 21 è stata la volta del gruppo "I musici" di Castelnuovo Vomano, con la pizzica e la taranta. Sabato a salire sul palco sono stati i "Nobraino", una band folk rock italiana formatasi nel 1996 a Riccione. Domenica sera, infine, la manifestazione si è chiusa con i Tequila & Montepulciano Band. Accanto al vasto programma musicale, non è mancata la presenza degli stand enogastronomici che hanno proposto menù e street food, abbinati ad ottima birra artigianale. Un primo assaggio è stato fornito giovedì 20 agosto con una serata di apertura dedicata al ballo in piazza, che ha visto esibirsi sul palco il gruppo "The Folk Band".

I volontari dell'associazione hanno dedicato uno striscione a C.R., il bambino di 10 anni originario di Villa Torre, rimasto ustionato con del sugo di pomodoro in un incidente domestico avvenuto il 17 agosto e poi ricoverato all'ospedale di Cesena. Accanto al nome del piccolo, a grandi lettere colorate su sfondo nero, è sta scritta la parola "Il guerriero", l'appellativo scelto da "I Ragazzi del Parchetto" per augurare una pronta guarigione al bimbo. Il cartellone è stato appeso nella piazza principale del paese, accanto al palco.

Torna in cima


Castelnuovo, al via il bando di gara per il nuovo ponte sul fiume Vomano

La scadenza per la presentazione delle istanze da parte di gruppi e aziende è fissata al 12 novembre 2015.

È stato pubblicato venerdì 21 agosto sul sito della Provincia di Teramo il bando per la costruzione del nuovo ponte a Castelnuovo Vomano, più a valle di quello esistente, tra i comuni di Castellalto e Cellino Attanasio. L' importo complessivo dell'intervento, finanziato con fondi dalla Regione Abruzzo, è stato calcolato in 3.988.467,93 euro di cui € 3.562.268,68 per lavori soggetti a ribasso, € 187.487,82 per oneri per la sicurezza (non soggetti a ribasso) e € 238.711,43 per la progettazione definitiva, esecutiva e per il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione (soggetti a ribasso) al netto dell’Iva e degli oneri professionali. Il termine per l'esecuzione dei lavori è fissata nel bando in 360 giorni.

«La nuova opera fornirà finalmente una via di collegamento degna di questo nome e consentirà tra qualche anno di non avere più interruzioni del traffico quando il fiume Vomano sarà in piena», ha dichiarato il sindaco di Castellalto, nonché consigliere provinciale, Vincenzo Di Marco, «Siamo riusciti a produrre questo primo importante risultato. Adesso aspettiamo fino al 12 novembre 2015 le istanze per la gara, da parte di aziende e gruppi, che ci vorranno onorare della loro attenzione nell'elaborazione idee e progetti che valuteremo con la più scrupolosa e attenta dedizione. Avanti andiamo Avanti!».

Il primo cittadino ha rivolto i suoi ringraziamenti ai tecnici della Provincia e a tutto il settore della Viabilità e Servizio Idraulico, per la passione e l'impegno investiti nello studio e nella redazione del progetto preliminare che è stato messo in gara. Una menzione speciale da parte di Di Marco è stata fatta per il comitato "Un Ponte per il Futuro" per il loro contributo fattivo e decisivo. Il sindaco di Castellalto ha citato in particolare il presidente Florideo D'Ignazio e il vice presidente Annamaria Di Furia assieme agli oltre 3000 firmatari della petizione "Due Ponti sono Meglio di Uno", consegnata al presidente della Regione Luciano D’Alfonso nel mese di luglio dello scorso anno.

«Il mio grazie va al Sindaco di Cellino Giuseppe Del Papa e alla sua amministrazione così come all'ex-sindaco Nino Zaini. Grazie all'attuale Amministrazione Comunale di Castellalto e a quella precedente, che in continuità di intenti non hanno mai indietreggiato di un passo anche nei momenti non facili», ha concluso Di Marco, «Grazie all'Amministrazione Provinciale, ai colleghi consiglieri e al Presidente Renzo Di Sabatino. Grazie alla Regione Abruzzo, al Presidente Luciano D'Alfonso e all'Assessore Dino Pepe, a tutta la giunta e ai consiglieri della maggioranza consiliare».

Con la pubblicazione del bando di gara sulla Gazzetta, è stata aperta ufficialmente la procedura che porterà alla realizzazione di un nuovo ponte di collegamento sul fiume Vomano, lasciando intatto quello già esistente. La nuova opera servirà allo sviluppo di nuove aree industriali, svincolando l'abitato di Castelnuovo Vomano dal traffico pesante, giudicato già da tempo non più sostenibile dagli stessi cittadini. 


Torna in cima


Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.Per approfondire, consulta la pagina sulla privacy.

Clicca per accettare.