Nav view search

Navigazione

Cerca

Newsletter del 5 ottobre 2015

Newsletter del 5 ottobre 2015

a cura dell’amministrazione del Comune di Castellalto

L'Amministrazione Comunale mette a disposizione dei cittadini un nuovo servizio informativo: la possibilità di ricevere direttamente sulla propria casella di posta elettronica le informazioni che appaiono sul sito internet comunale, eventuali notizie riguardanti il Comune, l'attività dell'Amministrazione o importanti eventi in programmazione sul territorio.



VAI ALL'ARTICOLO:

 

 

 

 

 



 



Castellalto, si torna a scuola con un nuovo dirigente

Eseguiti diversi lavori di miglioramento sismico ed efficientemente energetico sulle scuole del capoluogo e di Castelnuovo per un importo di 540mila euro

Hanno riaperto lunedì 14 settembre tutte le scuole nel comune di Castellalto, con l'arrivo di un nuovo dirigente scolastico per l'istituto comprensivo, Adriano Trentacarlini. La maggior parte degli interventi in corso sugli edifici scolastici di Castelnuovo Vomano e del capoluogo saranno ultimati per il rientro sui banchi di scuola dei bambini delle elementari e i ragazzi delle medie.

«Diamo il benvenuto al nuovo dirigente scolastico Adriano Trentacarlini e gli auguriamo buon lavoro, così come lo auguriamo agli insegnanti e al personale delle nostre scuole. Un pensiero particolare va alle famiglie e agli studenti, grandi e piccini, che si accingono a rientrare a scuola dopo la pausa estiva», ha dichiarato il sindaco di Castellalto Vincenzo Di Marco, «A loro in particolare, a nome dell'amministrazione comunale, voglio rivolgere il mio più caro saluto e un augurio speciale. Perché, soprattutto per i nostri ragazzi, il tempo passato a scuola possa essere un prezioso contributo, usato bene e fino in fondo, per crescere, comprendere meglio la realtà che li circonda e costruire le relazioni con gli altri nel cammino unico e irripetibile della vita». Nel corso dell'anno scolastico continueranno i servizi a supporto della scuola, con progettualità specifiche di concerto con l’istituto comprensivo "Margherita Hack".

Le scuole primaria e secondaria di Castellalto capoluogo saranno pienamente funzionanti domani, così come la media ed elementare di Castelnuovo Vomano. Sugli edifici scolastici sono stati eseguiti sia lavori di aumento della sicurezza sismica, nel rispetto della nuova normativa, sia di ristrutturazione, oltre ad interventi di miglioramento e risparmio energetico. L'importo di spesa eseguiti su tutte e due le scuole ammonta a 540 mila euro. «Ogni euro speso nelle scuole è un euro speso bene, perché è un investimento sul futuro», ha concluso il sindaco, «Nel nostro programma sono previsti altri importanti lavori pubblici nella costruzione di edifici e servizi utili all'istruzione, perché vogliamo dare ai nostri bambini tutte le opportunità per giocarsela da adulti».

Anche la scelta dell’amministrazione comunale di lasciare invariate le tariffe dei servizi a domanda, quali la mensa scolastica e il trasporto scuolabus, è figlia di una politica finanziaria rispettosa delle esigenze delle famiglie, soprattutto di quelle numerose. Nel corso del 2015 sarà dato avvio alla progettazione e poi, nel biennio 2016-17, ai lavori di costruzione del nuovo polo servizi scolastici a Castelnuovo Vomano, al posto della vecchia scuola in Piazza della Chiesa, con la realizzazione di aule, laboratori, nuova mensa e palestra - il tutto a valere sul provvedimento nazionale #scuolenuove. Inoltre, si provvederà alla valorizzazione della scuola in disuso di Castellalto, con una destinazione specifica a servizi e associazioni, mentre è già in progetto la costruzione della nuova scuola elementare della Vallata del Tordino, per un importo di circa 1 milione e 300 mila euro.

Torna in cima


Villa Torre, politica e volontariato alla Festa dell'Unità

Annunciato l'arrivo di 320mila euro per ristrutturare la sede del municipio lesionato dal sisma.
Ospiti il presidente della Regione D'Alfonso, l'assessore Pepe e il consigliere Monticelli

Due giorni di dibattiti politici, musica e incontri hanno animato la Festa dell'Unità di Castellalto, che quest'anno si è svolta in piazza Nicola Rastelli nella frazione di Villa Torre dal 19 al 20 settembre 2015. Tra gli ospiti più attesi della giornata di domenica, c'è stato il presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso, che ha dimostrato ancora una volta la sua disponibilità e attenzione al territorio teramano, accompagnato dall'assessore alle politiche agricole Dino Pepe e dal consigliere regionale Luciano Monticelli. A fare gli onori di casa, accanto al sindaco Vincenzo Di Marco, è intervenuto il segretario dell'Unione Comunale del Pd di Castellalto Serafino Manente. Non è mancata neanche la presenza del presidente della Provincia di Teramo Renzo Di Sabatino.

IL DIBATTITO. Sono stati diversi i temi affrontati durante la serata, a cominciare da quello della viabilità e del dissesto idrogeologico che affligge tutto l'Abruzzo ed in particolare la Provincia di Teramo. «Sono stato interpellato da una cittadina, che mi ha esposto un problema relativo ad una frana, qui vicino», ha detto il presidente della Regione D'Alfonso, «che, secondo quanto riferitomi, dovrebbe essere risolvibile con un intervento di circa 30mila euro. Andrò sul posto e verificherò personalmente cosa si può fare al riguardo». Il governatore ha parlato del prossimo arrivo di uno stanziamento di alcuni milioni di euro per l'Abruzzo, da distribuire tra le quattro province per migliorare le infrastrutture, già gravate dal maltempo degli anni passati ed in particolare dalle precipitazioni del 5 e 6 marzo scorso.

Il ponte sul Vomano. D'Alfonso e gli altri esponenti del Partito Democratico si sono confrontati sui temi che coinvolgono l'intero territorio teramano, dal Gran Sasso alla costa, sottolineando i recenti interventi che interesseranno proprio il Comune di Castellalto. Durante il dibattito, che ha chiuso l'ultima serata di festa, si è parlato del nuovo ponte sul Vomano, di cui presto inizierà la realizzazione. Sul tema, particolarmente sentito dall'assessore Dino Pepe, ma ripreso anche dal presidente della Provincia Renzo Di Sabatino, è stato ricordato l'impegno dell'amministrazione di centrosinistra sia a livello regionale che provinciale, oltre che locale. La nuova opera permetterà di migliorare i collegamenti tra i nuclei industriali presenti nella vallata del Vomano, in primis tra i comuni di Cellino Attanasio e Castellalto, potenziando la viabilità ad uso e consumo delle aziende presenti, ma anche di fornire finalmente una soluzione agli annosi problemi del centro cittadino di Castelnuovo Vomano, relativo al traffico pesante.

L'autoporto. Altro argomento importante, trattato nel corso della serata, sono stati gli investimenti produttivi che arriveranno con le aziende che si stanzieranno nell'autoporto di Castellalto, un'area finora rimasta abbandonata e che finalmente diventerà produttiva. La creazione di nuovi posti di lavoro, con l'insediamento di un'azienda dell'indotto Fiat, che farà da apripista ad altre imprese, potrà dare centralità ad una zona finora rimasta inattiva anche se ben collegata, grazie alla presenza della superstrada Teramo-mare, e far partire alcuni movimenti collaterali nell'economia. «Il ritorno delle grandi aziende», ha ricordato il sindaco fin dalla prima serata di dibattito, «permetterà di ridare vita anche alle attività commerciali e ricettive che si trovano nella vallata del Tordino e nell'intero Comune».

Il Municipio. Altra novità, confermata dall'assessore Dino Pepe, è l'arrivo per la sede del municipio di Castellalto di uno stanziamento di circa 320mila euro, che permetterà di ristrutturare l'edificio rimasto danneggiato dal terremoto del 6 aprile 2009. «L'iniziativa organizzata nei mesi scorsi dall'Unione Comunale del Pd di Castellalto, guidata dal segretario Serafino Manente, ha dato modo agli amministratori locali e regionali presenti, che hanno visitato il territorio teramano in lungo e in largo, di  confrontarsi sul lavoro svolto in Regione e raccogliere le richieste e gli spunti dei cittadini», ha aggiunto il sindaco Di Marco, «Con l'incontro di ieri sera il Presidente ha avuto modo di conoscere direttamente le esigenze e le richieste del territorio di Castellalto, anche per voce diretta della cittadinanza, che si è raccolta a Villa Torre per ascoltare un resoconto di quanto è stato fatto di recente a favore del nostro territorio».

L'APERTURA. La Festa dell’Unità di Castellalto è stata inaugurata sabato 19 settembre, alla presenza del segretario provinciale del Pd Gabriele Minosse, con saluti di Serafino Manente, segretario dell'Unione Comunale. «Il nostro Comune è uno dei pochi nel Teramano a portare avanti la festa dell'Unità anno dopo anno», ha affermato Manente, «Vogliamo essere vicini ai cittadini e questi due giorni costituiscono un ulteriore spazio in cui aprirsi al confronto, ma anche un momento in cui far conoscere meglio le nostre idee per un paese migliore». È seguito poi un approfondimento sulle tematiche di interesse locale con l'amministrazione di Castellalto. Oltre al sindaco e a Manente, sono intervenuti il vicesindaco Stefano Castiglioni, l'assessore Luana Di Carlo e i consiglieri Massimiliano Di Lodovico e Giuseppe Forti.

L'INTRATTENIMENTO. La prima serata è stata allietata dallo spettacolo dell'Orchestra “Magiche Emozioni“, con liscio e balli di gruppo. La seconda giornata di festa, aperta con il dibattito sul futuro della nostra Regione in presenza del governatore D'Alfonso, è proseguita con l'intrattenimento. Dopo il momento di discussione politica, si è svolta l'esibizione del cantastorie d’Abruzzo Roppoppò che, armato del suo "Ddu bott'" e di altri strumenti, ha suonato e rievocato alcune storie salaci declinate in italo-abruzzese. Non è mancata neanche la presenza di stand gastronomici, aperti entrambe le sere a partire dalle 19, con arrosticini e altre proposte all'insegna dello street food. A curarli sono stati i volontari dell'associazione "I Ragazzi del Parchetto" di Villa Torre, a cui va un ringraziamento particolare da parte del segretario dell'Unione Comunale. 

Torna in cima


Castelnuovo Vomano, maggiori controlli sulla rete fognaria nella zona industriale

Il sopralluogo sul posto effettuato nella mattinata di sabato 3 ottobre 2015 conferma
il regolare funzionamento del depuratore di Villa Parente in tutte le sue componenti

Saranno attivati maggiori controlli sul sistema fognario nella zona industriale di Castelnuovo Vomano mentre verrà presto discusso in Consiglio Comunale un intervento di miglioramento per la separazione delle acque superficiali da quelle nere di fognatura. Sono queste le novità in arrivo in termini di sicurezza ambientale nel territorio comunale di Castellalto. In particolare, a seguito di alcune voci circolate sul depuratore di Castelnuovo Vomano, l'amministrazione comunale comunica che il depuratore di Villa Parente, come riportato in una una nota della Ruzzo Reti Spa, funziona regolarmente in tutte le sue componenti impiantistiche. Sabato 3 ottobre, con un sopralluogo sul posto, si è potuto verificare il regolare funzionamento e, poi con una riunione operativa tenuta in municipio, anche con il contributo del personale del Ruzzo, è stata tracciata una linea d’azione concreta, che consentirà a breve di risolvere alcune criticità che interessano il sistema di condotta e depurazione delle acque superficiali e nere di Castelnuovo Vomano.
 
«Sappiamo che è necessario l’ampliamento del depuratore. Per questo si sta studiando con la società di gestione Ruzzo una soluzione, con il Comune che ha già pronto il terreno. La prima azione sarà quella, come evidenziato nella nota di Ruzzo reti del 30 settembre, di fare dei controlli sugli scarichi delle acque reflue provenienti dalle lavorazioni industriali», ha dichiarato il sindaco Vincenzo Di Marco, «che comunicherò e intimerò con una lettera a tutte le aziende presenti nel nucleo industriale. Intanto si continuerà con le attività di monitoraggio e analisi su tutto il sistema fognario, che già Ruzzo Reti sta facendo in stretta condivisione con l’amministrazione comunale che non può essere accusata di silenzi e inoperosità». La seconda azione sarà quella di collezionare e convogliare, nei prossimi giorni, in un unico progetto una serie di piccoli progetti che il comune di Castellalto ha prodotto nel corso degli anni per la separazione delle acque superficiali da quelle nere di fognatura. Questa fase verrà supervisionata con il contributo della Facoltà di Architettura di Pescara, che guiderà un pool di tecnici locali nell’ambito dello studio già in essere dal titolo “Città Sicura”. 
 
«Questo è un intervento di circa 1,5/2 milioni di euro, che il Comune da solo non può sostenere. Nella tarda mattinata di sabato 3 ottobre, ho incontrato il Governatore Luciano D’Alfonso che su questo si è detto pronto a dare come sempre la giusta attenzione a Castellalto, cosa che nel passato non era mai accaduta», ha concluso il primo cittadino, «Nelle prossime settimane questo intervento verrà approvato dal Consiglio Comunale di Castellalto e presentato all’attenzione della Giunta Regionale dall’Assessore Dino Pepe, anche lui presente sabato mattina, che ringrazio e che avrà il compito dell’istruttoria e della sua definizione. È un problema annoso che proviene dagli anni '80, che per mancanza di fondi non si è mai potuto affrontare. Adesso è il momento».

Torna in cima


Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.Per approfondire, consulta la pagina sulla privacy.

Clicca per accettare.